UN WEEK END DA RICORDARE: B2, D E PRIMA DIVISIONE DA URLO.

\'\'


SERIE B2
CSI CLAI IMOLA – TIS PALLAVOLO LUCCA 3-0 (25-19 23-19 25-19)
Non è un sasso, questo. E’ un macigno grosso, pesante, difficilissimo da spostare quello che la Clai ha piazzato ieri tra se e la “zona rossa”: una grande dimostrazione di carattere e di abilità squisitamente tecnica, abbinata al solito, grande cuore biancazzurro ha letteralmente spazzato via le velleità di successo di una Tis Lucca che si giocava, probabilmente, molte delle chance di salvezza.
“Sono orgoglioso della mia squadra. Ieri non so quale sia stata l\’impressione da fuori; dalla panchina, si è vista una partita dove una squadra era nettamente più forte dell\’altra. Una squadra grintosa e determinata che ha letteralmente reso isteriche le avversarie.
Per l\’ennesima volta le nostre ragazze hanno tirato fuori una personalità come poche. Saremo giovani, saremo inesperte, saremo fisicamente più deboli di ogni altra squadra, ma le partite importanti non le sbagliamo mai e lo abbiamo dimostrato in tutti questi anni, dalla D, a Rovereto, alla C, all’under 18. Siamo una squadra vera, con tutti gli attributi al posto giusto. Sono felicissimo e orgoglioso di guidare questo gruppo”.

Il commento di coach Turrini racchiude tutta l’essenza delle fortissime emozioni di questi ultimi anni: ieri c’è stata una sola squadra in campo che, con una determinazione a tratti commovente, ha cercato, voluto e ottenuto una vittoria che, con ogni probabilità, scaccia via anche gli ultimi dubbi su una salvezza che, ormai, è a pochissimi centimetri.
La gara con Lucca è stata un monologo imolese che è racchiuso in questi pochi ma essenziali dati: minor numero di errori gratuiti in stagione, 37% in attacco (2ª miglior prestazione dell\’anno), miglior percentuale di contrattacco di stagione, nessun fallo in palleggio, nessuna invasione né altri falli gratuiti. In pratica è stato un capolavoro.
Il solito, grande pubblico Clai ha fatto il resto, intimidendo le avversarie e spingendo le biancazzurre fino alla meta. Una cosa è certa: abbiamo girato tanti palazzetti, tante palestre questa stagione, ma non abbiamo mai trovato un pubblico caldo e vicino alla squadra di casa come a Imola. Complimenti!

Sabato la Clai potrebbe assicurarsi la salvezza matematica, conquistando almeno un punto in casa della ormai retrocessa Altedo e mettendo la parola fine a questo primo, entusiasmante campionato di B2.
Lo score: Gasperini 2, Linari, Raggi 8, Mingotti 8, Zanotti 13, Cecchetto 11, Baldisserri 1, Sabbioni 4, Bertozzi, Toschi, Balzani (L) All.: Turrini

SERIE D
CSI CLAI SOLOVOLLEY– AGRIFLOR IMOLA 3-1 (25-18 23-25 25-22 25-21)
Altra bella soddisfazione si toglie coach Turrini che, come antipasto della strapazzata riservata a Lucca, riesce a trascinare le ragazze della D alla vittoria di un derby molto sentito, come giusto che sia, ma anche molto corretto e colorato da un pubblico straripante e bellissimo da vedere.
Diverse le motivazioni in campo: Clai Solovolley che aveva bisogno dei tre punti per continuare la rincorsa ai play off, Agriflor matematicamente promossa in C ma con la ferrea volontà di onorare l’impegno. Insomma, partita vera doveva essere e partita vera è stata. Due squadre che si sono affrontate a viso aperto, senza esclusione di colpi, cercando di sfruttare ognuna le proprie qualità.
Nel primo set la Clai Solovolley è entrata subito in partita, mantenendo una grande concentrazione sia in battuta sia ricezione e dando poco spazio alle avversarie: 25-18 conquistato senza troppi patemi.
Buon inizio della Clai Solovolley anche nel secondo set che sembrava poter bissare il successo del primo; fuoco di paglia, però, perché a causa soprattutto di un inaspettato calo della ricezione, come inevitabilmente succede quando salta questo fondamentale, il set ha preso la strada di Agriflor, che si è rimessa in pista.
Terzo parziale con la storia che si è rovesciata: Clai Solovolley in grande difficoltà e Agriflor che arrivava a +7 (22-15) e metteva l’ipoteca sul set. Quando tutto sembrava perso, è arrivata la riscossa Clai. In battuta va capitan Marino e, fra ace e ricezione difficoltose da parte delle avversarie, raddrizza un set e una gara in modo inaspettato ma entusiasmante, fino alla vittoria del parziale.
La gara proseguiva in favore della Clai Solovolley anche nel quarto set, causa anche un infortunio alla Fabbri (in bocca al lupo) e terminava con un 3-1 importante che consegna il destino dei play off nelle mani delle ragazze biancazzurre.
Vittoria meritata contro un’avversaria forte e che, malgrado avesse centrato già obiettivo, teneva a ben figurare.
Da sottolineare, oltre alla stratosferica prestazione di Linda Marino (21 con ben 11 ace), un “abbondante” Pironi (16) a tratti imprendibile, di una Bertozzi rinvigorita dall’esperienza in B2 (12) e una regia sempre attenta e precisa della Giovannini. Ma brave tutte, proprio tutte.
La Clai Solovolley, con questa vittoria, tiene il secondo posto del girone e può guardare con grande aspettativa alle prossime tre gare: questi play off s’hanno proprio da fare!

Lo score: Giovannini 3, Marino 21, Pironi 16, Melandri 7, Galli 7, Cani 1, Bertozzi 12, Allegretti ne, Cesari ne, Lama ne, Facchini ne, Quattrosoldi ne, Guerra (lib). All.: Turrini

Le altre gare
1 divisione CSI CLAI STUDIO MONTEVECCHI – NEW SALA BOLOGNESE 3-1
2 divisione AVIS ARGELATO – CSI CLAI IMOLA A 3-2
2 divisione UISP IMOLA VOLLEY – CSI CLAI IMOLA B 3-0
U14 regionale SOLOVOLLEY CLAI – VOLLEY CLUB CESENA 3-0
U13 provinciale CLAI SOLOVOLLEY– VIP OZZANO 1-2
Se serie B2 e D festeggiano un week end coi fiocchi, non è da meno la prima divisione di Zaccherini. Battendo nettamente Sala Bolognese, le under 18 imolesi raggiungono in vetta alla classifica le colleghe del Budrio, che però devono ancora disputare un recupero.
Al di là di come possa terminare questo campionato, la CSI Clai Studio Montevecchi si trova a giocarsi la vittoria del girone e l’eventuale approdo nella serie regionale in maniera inaspettata ma meritata, vista l’ottima crescita tecnica e atletica conseguita in questa stagione; semmai resta il rimpianto di alcune occasioni sprecate, quando la squadra non era ancora al meglio e non aveva raggiunto il livello di gioco attuale. In questo caso è proprio vero che “comunque vada, sarà un successo”.
Doppia sconfitta in seconda divisione. Il team di Ghiselli lotta e combatte contro Argelato in una gara che era attesa come difficile e così è stato. Continua il suo percorso di crescita della selezione B di Bombardini (under 16), che cede alle colleghe della Uisp.
In under 14, le ragazze di Venturi-Valvassori ottengono una bella vittoria contro Cesena, chiudendo nel miglior modo possibile l’avventura regionale, che le vede uscire a testa alta dopo aver superato il turno interprovinciale. Una bella iniezione di fiducia per il futuro.
Termina anche il campionato under 13 per la Clai, che esce nei quarti di finale per opera di Ozzano. Nulla da dire o recriminare per questa squadra che si è sempre battuta alla pari con tutte le avversarie e ha mostrato già alcune buone individualità.