Sponsor


Guarda gli sponsor

Download

Download

Contatore Visite

Mailing List

NEWSLETTER

5 per mille

La POLISPORTIVA CSI CLAI ASSOCIAZIONE DILETTANTISTICA è inserita nell'elenco dei beneficiari del 5 per mille delle Associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI ai fini sportivi.
Per indicarla come beneficiario del 5 per mille, occorre trascrivere il codice fiscale della società nello spazio relativo alla scelta, e cioè:
01637301209

Social

Scuola Regionale

Link

Serie B2, CSI CLAI IMOLA - Pieralisi Volley Jesi 3-1

Quarti di finale - Gara 2
CSI CLAI IMOLA - Pieralisi Volley Jesi 3-1
Csi Clai Imola:
Rapisarda n.e., Devetag 10, Bombardi, Cavalli, Ferracci 9, Folli n.e., Ricci Maccarini n.e., Melandri 13, Tamburini n.e., Collet 16, Tesanovic 18, Magaraggia (L). All.: Turrini.
Pieralisi Volley: Diaz 8, Tallevi 9, Cecconi (L), Lombardi 3, Tozzo 10, Paparelli 1, Quintabà, Perelli, Pirro 13, Da Col n.e., Carbonari, Duro n.e., Marcelloni n.e.
Parziali: 18-25, 25-13, 26-24, 25-13.

Note. Errori in battuta: Imola 9, Jesi 8.
Aces: Imola 5, Jesi 3.
Muri: Imola 7, Jesi 5.
Errori in attacco: Imola 11, Jesi 14.

Il sogno continua. Si va a gara 3. In un PalaRuscello letteralmente sold out, pieno in ogni ordine di posti - come si confà, del resto, a partite come questa - la Clai si regala una serata indimenticabile, batte il Pieralisi Jesi in rimonta (3-1) e prolunga la serie dei quarti di finale. Tutto si deciderà tra quattro giorni nelle Marche. Ma con un'Imola come quella di stasera tutto è davvero possibile.
E dire che, dopo il primo set, qualche fantasma era affiorato. La formazione di Turrini doveva smaltire ancora le scorie di gara 1 e Jesi ha provato ad approfittarne (18-25). Poi, sospinta dal suo grande pubblico, la Clai ha acceso la lampadina ed è iniziata tutta un?altra partita. Nel secondo set, Magaraggia ha blindato la difesa, Tesanovic ha preso per mano l?attacco e la musica è cambiata (25-13). Il terzo set è stato un susseguirsi di emozioni. Si è capito fin dai primi scambi che sarebbe stato quello decisivo. Prima Jesi, poi Imola hanno provato a giocare al gatto e al topo, ma il risultato è stato un parziale senza padrone, tirato all'inverosimile, con la Clai che, sul 24-23 per Jesi, è riuscita ad annullare un set point con una bella fast di Melandri. Al resto ci hanno pensato l?ace di Tesanovic e il muro di Ferracci.
Così, con il vantaggio acquisito e con la gara in pugno, Imola ha premuto ancora di più sull?acceleratore. L'ultimo set, in effetti, è stato senza storia. Le ragazze di Turrini sono sempre state avanti, dilatando il vantaggio scambio dopo scambio e chiudendo 25-13 un parziale e una partita memorabili. Poi, la meritata festa sotto le tribune insieme ad un pubblico che, davvero, è stato il settimo uomo in campo. Sabato tutti a Jesi. Il sogno continua!
Pagina resa in 0.41 secondi!
1,975,620 visite uniche